Progetto e verifica delle costruzioni in muratura in zona sismica

VIII Edizione/2018

Con particolari riferimenti alle norme tecniche per le costruzioni D.M.17 gennaio 2018 Expert seismic structural engineering, computing application, strengthening masonry, method of.

Technical Text-Book

 franiac@franiac.it


 

Per l'acquisto rivolgersi presso qualsiasi libreria tecnica o direttamente alla Casa Editrice www.epc.it

EPC LIBRI-ROMA Tel. 06.33245277

Sfoglia da qui il contenuto del libro dal sito www.epc.it

 

 

    Uno strumento operativo per la progettazione ed il calcolo delle nuove e vecchie costruzioni in muratura, anche armate, in zona sismica. Una vera e propria guida procedurale per non perdersi nelle ultime indicazioni della normativa che regola questo settore, ed in particolare il D.M.17/01/2018; provvedimenti che costituiscono i nuovi indirizzi in materia di costruzioni anti-sismiche

     Gli ultimi eventi sismici (L'Aquila/2009, Amatrice/2016) hanno mostrato, nella loro tragicità, il problema di salvaguardia della vita nelle costruzioni, e in particolare nelle murature storiche, dove si ritrovano molto spesso materiali poveri e malte mediocri, e dove l'esperienza del professionista gioca un ruolo determinante.

     Ecco pertanto un manuale ricco di esempi di calcolo, di particolari costruttivi e schemi grafici di progetti effettivamente realizzati, con c ampi spazi per la teoria, esposta in maniera semplice ed essenziale, con approfondimenti dedicati a temi molto specialistici. Questa ottava edizione (Mag.2018) è stata riveduta, aggiornata ed ampliata con il calcolo degli indicatori di rischio sismico, interventi locali (aperture), l'analisi dinamica modale SRSS-CQC, lo studio di strutture a pianta raccolta (torri, campanili), prove non distruttive (martinetti, ecc.).

     Il volume, in uso o consigliato per l'approfondimento generale o specifico da diverse Università italiane, è dedicato a professionisti e studenti, e raccoglie l' esperienza maturata dall’autore in oltre trent'anni anni di attività  professionale nel campo dell'ingegneria antisismica.

 

Presentazione

 

    Per molteplici motivi, che in questa sede non è ragionevole elencare, nel nostro Paese esiste un enorme patrimonio architettonico, di complessa stratificazione nel tempo e caratterizzante i diversi luoghi. Tuttavia un elemento comune è possibile rintracciare in tutte queste costruzioni storiche: l’uso della muratura come fondamentale costituente costruttivo.

   Questo materiale – aggregato di diversi componenti risulta di difficile definizione meccanica; possiamo solo schematizzarlo con le seguenti caratteristiche: resistenza a compressione e modulo elastico quanto mai vari, scarsissima duttilità e ancora più esigua, comunque non affidabile, resistenza a trazione.

     Ciò detto per mettere in evidenza, così come si riscontra dopo un terremoto, l’eterogeneità dei comportamenti strutturali degli edifici in muratura, anche formalmente simili, e giustificare gli estensori delle vecchie normative per le costruzioni in zone sismiche, che si limitavano a prescrivere condizioni progettuali e costruttive, non entrando mai in merito alle verifiche analitiche rigorose.

    La difficile quantificazione delle caratteristiche meccaniche delle singole murature presenti anche nel medesimo fabbricato, l’accumulo dei danni conseguenti a precedenti terremoti, le incoscienti alterazioni strutturali, provocati dalle bizzarrie dei vari utenti della costruzione, rendono invero quanto mai problematica l’affidabilità delle verifiche di stabilità. Il giudizio sulle reali condizioni di salute di una costruzione di muratura, specialmente se antica, spesso è da recepire da una valutazione di sintesi, cui le verifiche analitiche danno un supporto tanto più affidabile quanto più queste sono recepite con spirito critico. Ne consegue la massima importanza della cultura e dell’esperienza del professionista, alle cui cure si affida la costruzione a rischio di instabilità sotto le azioni sismiche.

    L’attuale normativa ha il pregio di indicare le più opportune verifiche da eseguire come garanzia delle scelte progettuali effettuate dallo strutturista e nell’aver ufficializzato la presenza del rischio sismico sulla quasi totalità del nostro territorio.

    L’Autore del libro, che ho potuto apprezzare durante i molti anni di conoscenza e collaborazione, è un professionista di gran cultura tecnico-scientifica e di molteplice esperienza, in particolare nel campo degli interventi di adeguamento sismico per le costruzioni di muratura. Egli è riuscito, nella pluri decennale attività professionale, a filtrare dalla complessità dei fenomeni e della loro rappresentazione, spesso equivoca, l’essenziale cui porre la massima attenzione, individuando così ciò che non può essere trascurato perché fulcro del corretto comportamento delle costruzioni.

Questo libro, per la natura degli argomenti e per come questi sono trattati, s’inserisce tra quelli che ogni professionista, impegnato nella difficile difesa del nostro patrimonio architettonico dal rischio sismico, dovrebbe possedere nella propria biblioteca tecnica come strumento operativo e guida procedurale.

 

Prof. Ing. Antonino Gallo Curcio

Ordinario di “Consolidamento degli edifici storici”

Università degli Studi di Roma “La Sapienza”